Dalla diagnosi alla terapia un percorso 'personalizzato'

Anna Balato

La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica della pelle e non solo, la cui diagnosi è clinica.

Per un dermatologo esperto nel campo fare diagnosi di psoriasi è generalmente agevole, anche se talora possono presentarsi casi che pongono difficoltà nella diagnostica differenziale.

Essere in grado di fare diagnosi di psoriasi vuol dire non solo saper riconoscere le manifestazioni cliniche, ma saper individuare il tipo di psoriasi, le particolari localizzazioni che possono predisporre allo sviluppo di altre condizioni, effettuare un’analisi dettagliata delle precedenti terapie, essere in grado di fare le domande giuste volte ad indagare anche il vissuto psicologico. Questi costituiscono i principii su cui si fonda la terapia personalizzata. Fare una diagnosi corretta è la base per poter stabilire una cura efficace.

Partire con il piede giusto è fondamentale! Non di rado si ha la necessità di effettuare un piccolo prelievo di cute per poter esaminare a fondo e in tutta la sua complessità la malattia. Sicuramente, prima di intraprendere qualsiasi terapia, bisogna anche effettuare prelievi ematici per una valutazione globale e non solo di cute.

Cos’è quindi la diagnosi di psoriasi? La possiamo definire come quel percorso delineato dallo specialista attraverso cui si arriva a dire di essere affetto dalla malattia in questione, ma ci dovrà fornire informazioni anche sulla gravità di malattia e sulle possibili condizioni patologiche associate.



Cerca il CENTRO PSORIASI
più vicino a te